Pastificio Spinelli


Il fabbricato edificato fra la fine del 1800 e l’inizio del 1990 è uno splendido esempio di architettura industriale, infatti, la disposizione delle volumetrie in rapporto al sito in cui è collocato lo rendono un elemento caratteristico della storia industriale di S. Arsenio. Il complesso industriale, costituito da più edifici realizzati sul perimetro di un’ampia corte centrale, veniva utilizzato principalmente per le operazione di trasformazione dei prodotti agricoli. Suddiviso per parti, il complesso veniva utilizzato per: tabacchificio, mulino, oleificio e pastificio ed ha funzionato fino agli inizi degli anni 60’. La parte dell’insieme dei fabbricati dell’intero complesso edilizio è una parte l’edificio principale, questo, si sviluppa per tre piani fuori terra ed in parte, per due piani interrati. La superficie netta coperta per piano e di circa 1170 m2, con un’altezza all’ultimo impalcato di 10,52 m. Parte pregevole dell’edificio dal punto di vista ingegneristico è la possibilità del complesso industriale di autoprodursi l’energia elettrica. Difatti all’interno dei due piani interrati del complesso troviamo una vera e propria centrale idroelettrica provvista di una turbina Pelton messa in moto sfruttando il salto creato ad arte del torrente Gabbatutti che scorre poco distante dal complesso industriale. Il rilancio delle attività produttive di tale complesso è legata alla capacità dello stesso di poter di ospitare in un’unica area tutte le iniziative che si intendono realizzare per la promozione e la organizzazione delle attività produttive, turistiche e commerciali in modo da poter creare un centro unico per l’area comprensoriale in grado di erogare servizi e consulenza.